fbpx
Home 9 Bandi Nazionali e Regionali 9 Lazio 9 Bando voucher digitali 4.0 Roma anno 2022

Bando voucher digitali 4.0 Roma anno 2022

da | 12 Lug 2022 | Lazio

Soggetti beneficiari
Possono partecipare al bando le Micro, Piccole e Medie Imprese, di tutti i settori economici, in possesso dei seguenti requisiti:
• avere sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Roma;
• essere attive, in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese e con il pagamento del diritto annuale;
• non essere in stato di difficoltà;
• essere in regola con le norme in materia previdenziale e contributiva;
• non avere forniture in essere con la Camera di Commercio di Roma;
• non aver ricevuto il contributo in esame nella precedente edizione 2021.

Ambiti di intervento
Il Bando prevede l’Elenco 1, che è obbligatorio, e l’Elenco 2, che è facoltativo.
Elenco 1: utilizzo delle seguenti tecnologie:
a) robotica avanzata e collaborativa;
b) interfaccia uomo‐macchina;
c) manifattura additiva e stampa 3D;
d) prototipazione rapida;
e) internet delle cose e delle macchine;
f) cloud, high performance computing (HPC) fog e quantum computing;
g) soluzioni di cyber security e business continuity;
h) big data e analytics;
i) intelligenza artificiale;
j) blockchain;
k) soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
l) simulazione e sistemi cyberfisici;
m) integrazione verticale e orizzontale;
n) soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
o) soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
p) sistemi di e‐commerce;
q) sistemi per lo smart working e il telelavoro;
r) soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita;

s) soluzioni tecnologiche per il negozio 4.0 e l’esercizio pubblico 4.0 (vetrina intelligente, sensori di
presenza, analisi dei passanti, sistemi di prenotazione evoluta, servizi logistici di prossimità, big data, casse fiscali evolute).
Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1:
a) sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
b) sistemi fintech;
c) sistemi EDI, electronic data interchange;
d) geolocalizzazione;
e) tecnologie per l’in‐store customer experience;
f) system integration applicata all’automazione dei processi;
g) tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
h) digital marketing (esclusa la mera promozione commerciale o pubblicitaria);
i) soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;
j) connettività banda ultralarga.

pese ammissibili
Sono ammissibili le seguenti spese:
a) acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti;
b) servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie.
Sono in ogni caso escluse dalle spese ammissibili quelle per:
a. smartphone, tablet e simili;
b. altra tecnologia o elettronica il cui acquisto non risulti strettamente funzionale al progetto di digitalizzazione presentato;
c. trasporto, vitto e alloggio;
d. servizi di consulenza specialistica relativi alle ordinarie attività amministrative aziendali o commerciali, quali, a titolo esemplificativo, i servizi di consulenza in materia fiscale, contabile, legale, ovvero spese per la mera promozione commerciale o pubblicitaria (a titolo di mero esempio campagne promozionali e/o social, spese per la gestione dei social, Google ads, annunci Facebook e simili);
e. servizi per l’acquisizione di certificazioni (es. ISO, EMAS, ecc.);
f. servizi di supporto e assistenza per adeguamenti a norme di legge;
g. sono, altresì, escluse le spese che, per il loro palese carattere di marginalità o voluttuarietà, siano da ritenersi di scarsa o nessuna utilità ai fini dell’investimento nelle tecnologie abilitanti (a titolo di mero esempio: cavi, hd esterni, penne usb, custodie, etc);
Le spese devono essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2022 fino al termine di presentazione della rendicontazione del presente Bando.

Fornitori di beni e servizi
I fornitori dei servizi di consulenza e/o formazione di imprese beneficiarie del presente Bando non possono, a loro volta, essere soggetti beneficiari.
I fornitori di beni e/o di servizi non possono essere in rapporto di controllo/collegamento con l’impresa beneficiaria, ai sensi dell’art. 2359 del Codice civile, e/o avere assetti proprietari sostanzialmente coincidenti, anche ai sensi dell’ultimo comma dell’art. 5.
Ai fini del presente Bando, l’impresa può esclusivamente avvalersi per i servizi di consulenza e formazione di uno o più fornitori tra i seguenti:
• Competence center e Digital Innovation Hub di cui al Piano nazionale Impresa 4.0, parchi scientifici e tecnologici, centri di ricerca e trasferimento tecnologico, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali;
• incubatori certificati di cui all’art. 25 del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179 convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 e s.m.i. e incubatori regionali accreditati;
• FABLAB, definiti come centri attrezzati per la fabbricazione digitale che rispettino i requisiti internazionali definiti nella FabLab Charter;
• centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0 come definiti dal D.M. 22 maggio 2017;
• start‐up innovative di cui all’art. 25 del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179 convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 e s.m.i. e PMI innovative di cui all’art. 4 del D.L. 24 gennaio 2015 n. 3, convertito, con modificazioni, dalla L. 24 marzo 2015, n. 33;
• Istituti Tecnici Superiori (ITS), come definiti dal D.P.C.M. 25 gennaio 2008;
• ulteriori fornitori a condizione che essi abbiano realizzato nell’ultimo triennio almeno tre attività per servizi di consulenza/formazione alle imprese nell’ambito delle tecnologie di cui all’ Elenco 1 del presente Bando.
• Relativamente ai soli servizi di formazione, l’impresa può avvalersi anche di agenzie formative accreditate dalle Regioni, Università e Scuole di Alta formazione riconosciute dal MIUR, Istituti Tecnici Superiori;
Il fornitore è tenuto, al riguardo, a compilare una dichiarazione (modulo ulteriori fornitori) attestante tale condizione da sottoscrivere digitalmente e consegnare all’impresa beneficiaria prima della domanda di voucher.
Non sono richiesti requisiti specifici per i soli fornitori di beni e servizi strumentali.

Entità e forma dell’agevolazione
L’agevolazione sarà accordata sotto forma di voucher, con importo unitario massimo di euro 10.000,00.
L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 70% delle spese ammissibili.
Il valore minimo del totale delle spese ammissibili relative al progetto presentato dall’impresa è pari a 3.000,00 euro.
Gli aiuti di cui al presente Bando sono cumulabili, per gli stessi costi ammissibili, con altri aiuti concessi sia sottoforma di de minimis che in esenzione.

Scadenza e risorse disponibili
Le domande di voucher devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale del legale rappresentante, dalle ore 14:00 del 18 luglio 2022 alle ore 14:00 del 16 settembre 2022, fino ad esaurimento delle risorse.
Le domande vengono valutate con la modalità “a sportello” secondo l’ordine cronologico di presentazione.
Le risorse messe a disposizione delle imprese di Roma e provincia da parte della Camera per la presente misura ammontano a complessivi euro 7.500.000,00, di cui, euro 1.250.000,00 a valere sull’incremento del diritto annuale come autorizzato per il progetto PID, e euro 6.250.000,00 a valere sulle risorse stanziate dall’Ente nell’ambito degli interventi promozionali per l’esercizio 2022.

Regime agevolativo
Gli aiuti di cui al presente Bando sono concessi, in regime “de minimis”.

 

AGGIORNAMENTO DEL 27/07/2022: Il termine finale per l’invio delle domande previsto dall’art. 9, comma 1 del Bando Voucher Digitali Impresa 4.0 – anno 2022 è stato anticipato alle ore 14:00 del giorno 5 agosto 2022.

 

 

 

Scopri subito se la tua impresa può usufruire di questa agevolazione.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti gratuitamente ora per ricevere nella tua e-mail tutti bandi e le opportunità che la tua azienda può sfruttare.

You have Successfully Subscribed!