Home 9 Agevolazioni automatiche 9 Novità Decreto Sostegni Bis: Credito di imposta per sanificazione e acquisti DPI

Novità Decreto Sostegni Bis: Credito di imposta per sanificazione e acquisti DPI

da | 6 Lug 2021 | Agevolazioni automatiche, Bandi, Finanza Agevolata, News

Il decreto Sostegni-bis (Dl 73/2021, articolo 32) ripropone una nuova versione del credito di imposta per la sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro nonché per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale.
La misura era stata introdotta per la prima volta dal decreto Rilancio (articolo 125 del Dl 34/2020). La nuova versione ricalca sotto molti aspetti quella precedente, ma se ne distacca in relazione ad alcuni significativi profili.

Beneficiari: imprese, professionisti, strutture ricettive extra alberghiere a carattere non imprenditoriale ed enti del terzo settore.
Periodo di riferimento: spese sostenute nei mesi di giugno, luglio e agosto 2021 per la sanificazione degli ambienti di lavoro e degli strumenti utilizzati, l’acquisto di dispositivi di protezione e per la somministrazione di tamponi ai dipendenti.


Spese sostenute e ammissibili al credito di imposta:
– Sanificazione degli ambienti e degli strumenti con cui è esercitata l’attività lavorativa.
– Somministrazione di tamponi ai lavoratori impiegati nelle attività lavorative o istituzionali.
– Acquisto di detergenti e disinfettanti.
– acquisto di dispositivi di protezione individuale – quali mascherine, guanti, visiere e occhiali protettivi, tute di protezione e calzari – conformi ai requisiti di sicurezza previsti dalla normativa europea.
– Acquisto di altri dispositivi di sicurezza – quali termometri, termoscanner, tappeti e vaschette decontaminanti e igienizzanti – conformi ai requisiti di sicurezza previsti dalla normativa europea, incluse le eventuali spese di installazione.
– Acquisto di dispositivi per garantire la distanza di sicurezza interpersonale – quali barriere e pannelli protettivi – incluse le eventuali spese di installazione.

Ammontare del credito di imposta:
È pari al 30% delle spese sostenute e spetta fino ad un massimo di 60.000 euro per ciascun beneficiario. Credito di imposta in compensazione: Il credito d’imposta è utilizzabile nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento della spesa ovvero in compensazione ai sensi dell’art. 17 del D.Lgs. n. 241/1997. Il credito di imposta non concorre alla formazione del reddito e dell’Irap.
Con un successivo provvedimento del direttore dell’agenzia delle Entrate verranno stabiliti i criteri e le modalità di fruizione del credito d’imposta, tenuto conto che la dotazione della misura ammonta attualmente a 200 milioni di euro per l’anno 2021 (si ricorda che, con riferimento alla precedente versione dell’agevolazione, la dotazione della misura si è dimostrata insufficiente a coprire le richieste di credito validamente presentate, pertanto si è resa necessaria una riduzione proporzionale del credito).

Scopri subito se la tua impresa può usufruire di questa agevolazione.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti gratuitamente ora per ricevere nella tua e-mail tutti bandi e le opportunità che la tua azienda può sfruttare.

You have Successfully Subscribed!