fbpx
Home 9 Bandi - Settori 9 Agricoltura 9 Regione Veneto – PR Veneto FSE+ 2021-2027 – Obiettivo “Investimenti per l’occupazione e la crescita”

Regione Veneto – PR Veneto FSE+ 2021-2027 – Obiettivo “Investimenti per l’occupazione e la crescita”

da | 3 Gen 2023 | Agricoltura, Autotrasporto, Bandi - Obiettivi, Bandi Regionali, Commercio e Servizi, Digitalizzazione, Finanza Agevolata, Formazione, Industria e Artigianato, Occupazione, Turismo, Veneto

Regione Veneto – PR Veneto FSE+ 2021-2027 – Obiettivo “Investimenti per l’occupazione e la crescita”

Finalità: La presente iniziativa ha la finalità di promuovere l’adattamento dei lavoratori, delle imprese e degli imprenditori ai cambiamenti, favorendo lo sviluppo del sistema economico veneto. In particolare intende agire sull’aggiornamento e lo sviluppo di competenze in grado di sostenere la transizione, digitale e verde, anche nel contesto di specifiche filiere, reti, distretti o altre forme di aggregazione.
L’iniziativa risponde alle sfide del nuovo PR Veneto FSE+ 2021 – 2027. In particolare, in coerenza con l’obiettivo specifico d) , intende favorire la competitività sostenibile del Veneto agendo sull’aggiornamento e la qualificazione delle competenze dei lavoratori e delle lavoratrici, realizzando interventi in grado di determinare una ricaduta positiva sul territorio e sull’intero sistema economico regionale.

Soggetti beneficiari:
Soggetti proponenti
• Soggetti iscritti nell’elenco di cui alla L.R. n. 19 del 9 agosto 2002 (“Istituzione dell’elenco regionale degli organismi di formazione accreditati”) per l’ambito della Formazione Continua, e i soggetti non iscritti nel predetto elenco, purché abbiano già presentato istanza di accreditamento per il medesimo ambito ai sensi della Deliberazione della Giunta Regionale n. 359 del 13 febbraio 2004 e successive modifiche ed integrazioni di cui alla DGR n. 4198/2009 ed alla DGR n. 2120/2015.
• Imprese private, che abbiano almeno un’unità operativa ubicata in Veneto. L’impresa può presentare esclusivamente progetti monoaziendali di Linea B per rispondere ai fabbisogni di formazione, riqualificazione e adattamento delle competenze dei propri lavoratori.

Destinatari ammissibili
• Lavoratori occupati presso imprese, di tutti i settori (esclusi quelli sotto riportati), operanti in unità localizzate sul territorio regionale con modalità contrattuali previste dalla normativa vigente;
• titolari d’impresa, coadiuvanti d’impresa;
• liberi professionisti e lavoratori autonomi.

Tipologia di interventi ammissibili: per maggiori informazioni si rinvia alla scheda tecnica allegata. 

Spese ammissibili:
Spese ammissibili sul FESR

Al fine di garantire la piena efficacia dei progetti di Linea A, gli stessi devono prevedere Spese FESR nella misura dal 30 al 50% del contributo pubblico.
In tale contesto si riportano, a titolo esemplificativo, le tipologie di spesa ammissibili.
Tipologia di spesa
• Acquisto, rinnovo, adeguamento di impianti, macchinari, attrezzature, strumentali alla realizzazione del progetto
• Canoni di leasing dei beni di cui alla precedente tipologia
• Mezzi mobili strettamente necessari alla realizzazione del progetto e dimensionati alla effettiva
produzione, identificabili singolarmente e a servizio esclusivo dell’unità produttiva oggetto delle
agevolazioni
• Spese tecniche per progettazione, direzione lavori, collaudo e certificazione degli impianti
• Acquisto di hardware e di software specialistici strumentali alla realizzazione del progetto e strumenti dedicati alla tecnologia digitale. Non sono ammissibili spese sostenute per l’acquisto di dotazioni informatiche generiche (smartphone, tablet, laptop) o di sistemi di office automation
• Acquisto di diritti di brevetto, di licenze, di Know−how o di conoscenze tecniche non brevettate, strumentali alla realizzazione del progetto
• Acquisizione di banche dati, ricerche di mercato, biblioteche tecniche strumentali alla realizzazione del progetto
• Spese per perizie tecniche strumentali alla realizzazione del progetto

In particolare, la voce relativa all’acquisto, rinnovo, adeguamento di impianti, macchinari, attrezzature, strumentali alla realizzazione del progetto e strumenti dedicati alla tecnologia digitale comprende i costi relativi ad apparecchiature e strumentazioni di nuovo acquisto, finalizzate esclusivamente all’attività progettuale, che verranno utilizzate esclusivamente per il progetto.

Altre spese ammissibili

– Costo orario forfettario docenza/discenza per le ore di formazione;
– Spese per la mobilità in ambito regionale;
– Spese per la mobilità interregionale/transnazionale;
– Costi reali (altre spese di viaggio)

Entità e forma dell’agevolazione: Lo stanziamento proposto per la realizzazione degli interventi afferenti alla presente Direttiva ammonta ad Euro 10.000.000,00.

I progetti relativi alla Linea A dovranno avere un valore complessivo non inferiore a Euro 200.000,00 e non superiore a Euro 220.000,00.
I progetti relativi alla Linea B dovranno avere un valore complessivo non inferiore a Euro 20.000,00 e non superiore a Euro 75.000,00.
Ciascun soggetto proponente potrà essere presentare progetti per un importo massimo non superiore a Euro 350.000,00 comprensivi degli importi affidati allo stesso in qualità di partner operativo, a prescindere dalla Linea progettuale.
Ciascun progetto deve prevedere, a pena di inammissibilità, un costo massimo per utente pari a Euro 4.000,00.

In relazione ai progetti di Linea A, le spese FESR, obbligatorie, devono rappresentare tra il 30% e il 50% del contributo pubblico.

Presentazione delle domande: Le domande di ammissione al finanziamento e i relativi allegati dovranno pervenire entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 16 febbraio 2023, pena l’esclusione, attraverso l’apposita funzionalità del Sistema Informativo Unificato (SIU).

Scopri subito se la tua impresa può usufruire di questa agevolazione.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti gratuitamente ora per ricevere nella tua e-mail tutti bandi e le opportunità che la tua azienda può sfruttare.

You have Successfully Subscribed!