Home 9 Finanza Agevolata 9 CREDITO DI IMPOSTA BENI INDUSTRIA 4.0

CREDITO DI IMPOSTA BENI INDUSTRIA 4.0

da | 15 Gen 2021 | Finanza Agevolata, News

Commi 185 -197 dell’art. 1 della L. 160/2019

In cosa consiste:

  • la trasformazione del super ammortamento in credito d’imposta: 6% sugli investimenti fino a € 2 milioni da ripartire su 5 anni;
  • la trasformazione dell’iper ammortamento in credito d’imposta per i beni materiali dell’allegato A della L. 232/2016: 40% sugli investimenti fino a € 2,5 milioni da ripartire su 5 anni ed il 20% da € 2,5 a € 10 milioni da ripartire in 5 anni;
  • la trasformazione dell’iper ammortamento in credito d’imposta per i beni immateriali dell’allegato B della L. 232/2016 (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni, anche mediante soluzioni di cloud computing): 15% sugli investimenti fino a € 0,7 milioni da ripartire su 3 anni.

Attività sulle quali matura:

  • Investimenti in beni materiali nuovi, dispositivi e tecnologie abilitanti la trasformazione in chiave 4.0 acquistati o in leasing
  • Investimenti in beni strumentali immateriali (software e sistemi IT).

Un bene per poter usufruire dell’iper-ammortamento deve possedere i requisiti di interconnessione e integrazione, cioè consentire lo scambio dei dati con i sistemi interni e/o esterni all’azienda ed essere identificato univocamente mediante l’utilizzo di standard di indirizzamento internazionalmente riconosciuti (indirizzo IP).

I beni rientranti nel iper-ammortamento sono elencati nell’allegato A e B della Legge di Stabilità 2017.

Periodo di applicazione:
Investimenti effettuati entro il 30 giugno 2021, a condizione che entro il 31 dicembre 2020 vi sia un ordine accettato dal venditore, con versamento di un acconto in misura pari ad almeno il 20% costo di acquisizione dei beni.

Il credito così calcolato è utilizzato esclusivamente in compensazione, ai sensi dell’articolo 17 del D.Lgs. 9 luglio 1997 n. 241 in quote annuali di pari importo.

L’utilizzo in compensazione è consentito a decorrere dall’anno successivo a quello di entrata in funzione del bene per il vecchio super ammortamento e dall’anno successivo a quello dell’avvenuta interconnessione negli altri casi (investimenti in beni degli allegati A o B). La fruizione del credito di imposta è subordinata al rispetto delle normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e al corretto adempimento degli obblighi di versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori.

Si richiede che le fatture e gli altri documenti relativi all’acquisizione dei beni agevolati contengano l’espresso riferimento alle disposizioni (Fattura parlante).

Scopri subito se la tua impresa può usufruire di questa agevolazione.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti gratuitamente ora per ricevere nella tua e-mail tutti bandi e le opportunità che la tua azienda può sfruttare.

You have Successfully Subscribed!